A Gaiba, il ristorante Bonello. Dove la tradizione incontra l’innovazione, per farti vivere un soggiorno ricco di emozioni

Festeggerà il prossimo anno, il trentennale di attività, il ristorante Bonello, nato nel 1989, nell’omonima golena del Po, dalla quale prende il nome, nel territorio altopolesano di Gaiba, in provincia di Rovigo.
Terra meravigliosa e selvaggia, questa, modellata dallo scorrere dei suoi fiumi, con territori che catturano fascini incontaminati e bellezze mozzafiato, dove con caparbietà e tenacia, l’uomo ha saputo comunque trarne meravigliosi benefici, in un rapporto simbiotico con madre Natura.
Ed il ristorante Bonello, oggi sito nel pittoresco comune di Gaiba, racchiude tutto l’intenso ed entusiasmante percorso aziendale della sua titolare, Marina Menghini, che ha puntato, da sempre, tutto sul proprio territorio, sulle sue bellezze incontaminate, sulle sue primizie, ma soprattutto, sul recupero delle tradizioni enogastronomiche, sapendole riproporre, poi, con un linguaggio nuovo, più fresco, più innovativo.
Un percorso pieno di sfide, quello intrapreso da Marina Menghini, che oggi viene proseguito da sua figlia Rachele, sempre accompagnata dalla saggezza e dall’esperienza di sua madre che, in questa terra, ha investito tanto, sapendone vedere le straordinarie potenzialità.
Allora basterà solo varcare l’imponente portone, per entrare in un’altra dimensione, magica ed autentica, quella di una villa ottocentesca circondata dal suo immenso parco.
È qui che lo stupore sposa la meraviglia, è qui che le tradizioni più vere incontrano l’innovazione più genuina, è qui che la magia di un sogno si tramuta in realtà che lascia a bocca aperta, e riempie lo sguardo di incanto. Perché il Bonello non è un semplice ristorante dove ritrovare il sapore antico della cucina di un tempo, riproposto con il gusto e l’attenzione di una continua ricerca; il Bonello è molto di più, è una emozione esperienziale, che affascinerà ogni suo visitatore.
Infatti, il Bonello è anche accoglienza di classe e di fascino, con le sue sei suite, frutto di un’accurata ristrutturazione, che ha mantenuto inalterata l’antica bellezza degli spazi, esaltandoli con pregiate rifiniture. Stanze dove gli elementi naturali come il legno e la pietra, si sposano meravigliosamente con gli arredi più moderni e ricercati, creando delle vere bomboniere di lusso, pronte a cullare il ristoro dei suoi ospiti. Foce, Golena, Delta Suite, Giarina, Glicine e Gelsomino, sono i sei alloggi del Bonello Bike Hotel, tutti con accesso indipendente, per garantire la massima privacy ai propri ospiti, e tutti dotati di ogni comfort, per regalare un soggiorno unico e raffinato a chi cerca qui, un contatto più autentico con madre Terra, per una vera vacanza esperienziale. E sarà, poi, suggestivo affacciarsi dal balconcino, presente in ogni camera, per rimirare la bellezza di questa terra meravigliosa, mentre la sera, sarà il rumore delle placide acque del fiume Po a condurci verso gli incantevoli sogni. E se lo stupore è qui straordinario, maggiore lo sarà entrando nel suo ristorante, con le sue sale ampie e luminose, curate in ogni minimo dettaglio, per divenire vere vetrine di gusto e fascino; anche qui, i nostri occhi si inebrieranno della bellezza dell’antico della struttura che si fonde con l’eleganza genuina del moderno; il bianco degli arredi, il caldo legno dei soffitti, il cotto del mattonato, la pietra delle sue strutture architettoniche, creano un equilibrio perfetto ed armonico che ristora, da sé, lo sguardo. Questo è l’antro magico dove si compie la meraviglia, qui l’ospite, abbracciato dal calore quasi familiare dei proprietari, inizierà il suo stupefacente percorso tra sapori antichi e gusti nuovi, sospeso meravigliosamente tra tradizione e innovazione.
“Proponiamo – rivela la proprietà del Bonello – un menù che risalta i prodotti del territorio, l’alta qualità, la freschezza e la stagionalità”. Perché questi sono i cardini di una ristorazione che da trent’anni, ha saputo guardare con coraggio al futuro, senza mai smarrire le sue più preziose origini.

“Da sempre, ad esempio, – ci ricordano – portiamo avanti una tradizione che ha, per noi, un valore inestimabile: la pasta fatta a mano tirata rigorosamente col mattarello; così come prestiamo particolare attenzione ai panificati, accuratamente elaborati nel nostro piccolo laboratorio, per offrire ai nostri ospiti la migliore accoglienza”. Perché qui al ristorante Bonello c’è un’accurata “valorizzazione di proposte enogastronomiche, che, grazie alla professionalità, all’impegno quotidiano e alla capacità di rivisitare le tipicità del territorio, oggi sono divenute ricette che rappresentano la tradizione più autentica del Bonello”.
Un esempio? “I nostri apprezzatissimi Pinzini, solo per citarne una – afferma la proprietà della struttura – Piccoli, leggeri e gustosi, in cui è possibile riscoprire i sapori di una volta, rispettando, però, le esigenze nutrizionali più moderne”.
E tutto questo grazie a Marina, che ha condotto un’attività attenta di ricerca sul Pinzino originale, e un accurato studio che ha dato vita, oggi, ad una ricetta innovativa, che rispetta la tradizione ma, con pochissimi grassi e che è oggetto di brevetto. E se il fragrante e saporito Pinzino è il benvenuto del Bonello per i suoi ospiti, è poi, tutto il menù proposto dalla cucina del ristorante, a regalare piacevoli sensazioni e veraci emozioni che inebriano le papille gustative, riportandoci indietro con la memoria, verso i dolci ricordi della buona cucina di una volta. Merito anche dell’attenzione che la struttura pone nella ricerca delle materie prime, che devono essere fresche, stagionali, ma soprattutto di primissima qualità, come ad esempio le carni, selezionate con cura, ed elaborate con cotture “che hanno come unico obiettivo l’esaltazione dei sapori e la preservazione delle proprie caratteristiche organolettiche”.
E allora, basterà solo sedersi al desco del ristorante Bonello per intraprendere questo autentico viaggio esperienziale tra gusto e sapori; una degustazione di prosciutti con pinzini e salsine, o uno sformatino di melanzane con veli di parmigiano e pomodorini datterino, per un entrée che inviti alla delibazione; per poi, proseguire con i superlativi primi proposti dalla cucina del Bonello, come un raffinato ‘cappellaccio rosa ai formaggi delicati’, o uno sfizioso piatto di ‘agnolotti alla faraona’, o dei ‘bigoli al torchio al sugo d’anatra’.
E si entra così, poi, nel mondo più autentico del ristorante Bonello, quello delle carni; come non lasciarci ingolosire da un ‘petto d’anatra alla brace al profumo di rosmarino, con sale Maldon e olio extra vergine di oliva‘, o da un ‘filetto di maiale avvolto nell’insalata, con sale marino dell’Atlantico, dorato nel forno a legna’? E come non restare incuriositi, invece, da una ‘faraona preparata all’antica maniera ferrarese, cotta sotto le braci e servita in crosta di pane’, o da un’’anatra al cartoccio, cotta lentamente nel forno a legna’?
Piatti degni della migliore cultura culinaria territoriale, dal gusto autentico e dal sapori genuini, riproposti in una veste innovativa, accuratamente ricercata, per donare ai propri commensali una stupefacente, vera esperienza gastronomica. Ed un viaggio così intenso, tra passato e futuro, non può che concludersi, toccando le vette sublimi di gusto con i dessert creati dalla cucina del Bonello.
Basterà allora semplicemente affogare il cucchiaino in una  ‘bavarese al limone in salsa di arance e cioccolato fondente’, o degustare il ‘Dolce Bonello’, un semifreddo composto da una crema al mascarpone e una crema gelato, con biscottini fatti in casa leggermente bagnati con liquore e la stracciatella di cioccolato belga, ad esempio, per vivere così, una piacevole emozione che risveglierà tutti i nostri sensi.
Ma il Bonello sa regalarci ancora altro; e allora perché non organizzare qui un evento speciale, come un principesco matrimonio? Le sue meravigliose sale, il suo rigoglioso giardino offriranno la giusta location per celebrare ottimamente ogni nostro prezioso momento privato…al resto ci penserà poi, la cura e l’attenzione dello staff del Bonello, capaci di donare accoglienza coniugata con la professionalità.
Così come sarà suggestivo, per chi vorrà qui organizzare, invece, il suo rilassante soggiorno a contatto con la natura, noleggiare una bicicletta, per una benefica passeggiata in mezzo alla natura.
“È questa – afferma Rachele – l’ultima novità che il Bonello offre ai suoi ospiti, nata proprio, insieme alla creazione del Bonello Bike Hotel; infatti, sarà possibile noleggiare otto e-bike di grande design, grazie alla collaborazione con il prestigioso marchio Fantic, per esplorare il meraviglioso itinerario ciclabile della Sinistra Po, che costeggia il Po da Mantova sino al suo Delta, che si trova solo a 50 m. dalla nostra struttura”. Tutto questo per regalare una autentica vacanza esperienziale ai propri ospiti, per quei turisti amanti della natura incontaminata, per chi ricerca le città d’arte, o per chi ama il buon cibo e il relax; tutto ciò semplicemente grazie alla sua straordinaria posizione strategica, trovandosi a soli 10 km. dall’uscita autostradale A13 Occhiobello, a poco più di un’ora dagli aeroporti di Bologna, Verona e Venezia, e a pochi passi da città ricche di arte e storia, come Rovigo e Padova.
E non finisce qui! Perché altre novità attenderanno gli ospiti della struttura, come una stupefacente spa, di prossima realizzazione, per deliziare ed arricchire ancor di più il loro soggiorno presso il Bonello.
Per vivere così una vera vacanza da sogno, racchiusa dentro il prezioso scrigno di  una villa ottocentesca, ‘allietata dalla fragranza e dai profumi del parco che la circondano’

 

Fonte articolo: eventiculturalimagazine.com

Leave a Comment